“Figli di Dio” Glenn Cooper – recensione

FIGLI DI DIO

91oaq-vrfpl

Autore: Glenn Cooper

Casa editrice: Nord (collana Narrativa Nord)

Anno pubblicazione: 2018

Pagine: 448

 Manila, Filippine. Nausea, mal di testa, uno svenimento: per sapere di cosa si tratti, Maria, una sedicenne anni che vive in una baraccopoli, affronta la lunga attesa per essere visitata da un medico volontario. La diagnosi è semplice: Maria è incinta. Ma le circostanze di quella gravidanza sono eccezionali… Maria infatti è ancora vergine. Gort, Irlanda. Da alcuni giorni, fuori della casa della famiglia Riordan si allunga una fila di persone raccolte in preghiera. Vogliono un’unica cosa: vedere e toccare la giovane Mary, una sedicenne vergine. E in attesa di un bambino. Lima, Perù. L’arcivescovo della diocesi sudamericana manda un messaggio urgente al Vaticano: uno sperduto villaggio di montagna sta diventando meta di pellegrinaggi, perché si è sparsa la voce che lì viva una sedicenne, vergine, incinta. Il suo nome è María. Sconcertato, il papa decide di affidare a Cal Donovan il compito d’incontrare le tre vergini per capire se quello che è successo loro sia un miracolo autentico. E Cal si mette subito in viaggio. Prima parla con la ragazza filippina, poi con quella irlandese. Entrambe sono disorientate e non sembrano rendersi conto di cosa stia accadendo. Ma c’è un altro punto in comune. Tutte e due, una sera di qualche mese prima, mentre tornavano a casa sono state accecate da una luce abbagliante e hanno sentito una voce dire loro: «Sei stata scelta». Poi Cal vola in Perù, ma non riuscirà a incontrare la terza María: la ragazza è scomparsa. E, nel giro di poche ore, anche delle altre due vergini si perdono le tracce. Cosa sta succedendo? Chi ha preso le tre vergini? Mentre il mondo si interroga sulla loro sorte, Cal intuisce che forze oscure fuori e dentro le gerarchie ecclesiastiche hanno messo in moto un piano per destabilizzare dalle fondamenta il papato di Celestino VI. E lui è l’unico che può sventare la più grande minaccia che incombe sulla Chiesa di Roma dai tempi dello scisma d’Occidente e della riforma protestante…


Figli di Dio mi aveva catturato sin dalla trama ed ho aspettato impazientemente la sua uscita. Forse, però, la lunga attesa ha aumentato troppo le mie aspettative ed il risultato alla fine della mia lettura è stato una totale delusione. È il primo romanzo che leggo dell’autore ma, vista la sua fama, ero certa che mi avrebbe appassionato tenendomi attaccata alle pagine ma sinceramente questa delusione non me l’aspettavo.

La trama è effettivamente intrigante ed il suo potenziale, a parer mio, era davvero enorme ma la lettura, subito dopo qualche pagina, è diventata noiosa e troppo scontata, quasi banale e mi sono praticamente costretta a continuarne la lettura nella speranza di un miglioramento anche se avrei voluto abbandonarlo sin dai primi capitoli. La storia è diventata molto frettolosa, i dettagli erano molto esigui e i colpi di scena pochissimi, tutto era troppo prevedibile e di poco effetto ed io da un thriller mi aspetto ben altro. I protagonisti sono descritti superficialmente, le scene non sono narrate come avrebbero meritato, i personaggi e la loro psicologia sono insufficientemente dettagliate facendo ritrovare il lettore in una lettura annoiata e scontata. La storia poteva essere sviluppata  meglio e questo avrebbe portato ad avere un thriller eccezionale ma questo non è avvenuto. Anche nel finale la mia opinione non è cambiata, anzi è stata confermata. Il colpo di scena effettivamente c’è ma è “colpetto” molto piccolo. Descritto poco e della durata di mezza pagina quello che resta al lettore è una delusione crescente, mi sarei aspettata di più, molto di più ma niente.

Essendo questo il mio primo romanzo di Cooper non posso giudicare il suo stile di scrittura e di descrizione ma se dovessi basarmi solo su questo libro non so se leggerò altro. Sembrava che tutto fosse stato buttato lì a caso, come se avesse fretta di finire il suo racconto per metterlo in vendita. È tutto molto impersonale, tutto scorre veloce ma non la lettura, quella procede davvero a rilento.

E voi lo avete letto? Che ne pensate?

Qui sotto vi lascio il link per maggiori informazioni

91oaq-vrfpl

Seguimi su Instagram

instagram_logo


Annunci

4 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...